Mercato della terra

Con il progetto dei Mercati della Terra, Slow Food attiva in tutta Italia e nel mondo una rete di mercati contadini: luoghi dove fare la spesa, comprando direttamente dai produttori, conoscersi e socializzare, informarsi e divertirsi, mangiare e bere in compagnia.
I Mercati della Terra permettono di accorciare la filiera: i prodotti passano direttamente da chi li vende a chi li acquista, eliminando gli intermediari e riducendo i trasporti.
Il Mercato della Terra di Umbertide è nato dall’alleanza tra la cittadinanza, rappresentata dagli enti pubblici, i produttori e Slow Food. Viene gestito da un comitato nel quale sono rappresentate tutte queste istituzioni, ma soprattutto i produttori, i più direttamente e profondamente coinvolti; ma allo stesso tempo cerca di coinvolgere più realtà possibili, come i ristoratori e i cittadini. Il comitato cura la promozione del mercato e ne garantisce il rispetto delle regole, che coinvolgono la scelta stessa dei prodotti e dei produttori, il funzionamento del mercato. Nei Mercati della Terra i consumatori diventano protagonisti, perché scegliendo di avvicinarsi al mondo dei produttori e di fare la spesa da loro, diventano essi stessi attivi e capaci di influenzare l’economia locale, l’ambiente e il mercato. I consumatori allora diventano co-produttori, schierati al fianco dei produttori per difendere la cultura alimentare, l’ambiente e l’economia locale.